fbpx
MonteRosa Edizioni - Libri di montagna

Un sabato di sera. Canti del Lago Maggiore

La sera del 30 agosto 1974 il CAI Verbano festeggiò i suoi cento anni di attività con una serata molto particolare: un concerto dedicato ai canti della tradizione popolare di Verbania e della Valle Intrasca. Il concerto fu il risultato di una ricerca condotta da Roberto Leidy e Sandra Mantovani sui canti popolari della valle Intrasca, ma non fu un concerto nel senso classico del termine. Si trattò piuttosto di un incontro con i testimoni della cultura popolare e tradizionale di Intra e delle sue valli, “esempi portati in pubblico di una ricerca che la sezione stessa ha promosso per realizzare una migliore e più profonda conoscenza degli abitanti del territorio intrese, del lago e della montagna. Non cantanti del cosiddetto Folk ma nemmeno cori e gruppi organizzati si ascoltano in questo disco, ma donne e uomini che cantano e suonano ciò che loro appartiene nella vita di ogni giorno, che a loro è giunto tramite il canale orale della tradizione”, come si legge nel libretto che accompagna il disco 33 giri poi pubblicato.

Quel tipo spettacolo nacque sulla scia di altri come Bella Ciao (1964) e Sentite Buona Gente (1967), che negli anni Sessanta conobbero una discreta fortuna e che avevano l’obiettivo di presentare “la realtà documentaria e criticamente riproposta di una ‘civiltà’ che ignoriamo, anche se convive con noi e costituisce la fonte della nostra coscienza civile e culturale”, come scrissero Roberto Leydi e Diego Carpitella. Ad accompagnare Roberto Leydi e Sandra Mantovani per la loro ricerca lungo le valli Intra furono Eugenio Pialorsi e Nino Fasoli che in seguito, con l’aiuto del musicista Lorenzo Erra e delle figlie di Eugenio Chiara e Giovanna Pialorsi pubblicarono il volume “L’eva bela cula vita”, edizioni Tararà, 2012. Proprio Nino Fasoli, Chiara Pialorsi e Giovanna Pialorsi sono ospiti della puntata di oggi, “”Un sabato di sera, canti del lago maggiore”. Questa puntata del Podcast è anche dedicata al CAI Verbano che festeggia quest’anno i suoi 150 di attività.

Buon ascolto!

Torna in alto